Per raccontare chi sei

Parola d’ordine è: Condivisione

Oggi, una buona strategia di web marketing non può prescindere dal social media marketing, ovvero l’insieme di attività che servono a sfruttare in un ottica di business il web 2.0: social network, community e più in generale piattaforme web per la condivisione di informazioni tra gli utenti. Il nostro compito è quello di individuare il luogo di socializzazione preferito dal target di appartenenza e stabilire una comunicazione positiva, amichevole e personalizzata con gli utenti attivi per trasformarli i testimonials virali capaci di diffondere la reputation del marchio e rafforzarne la credibilità.

Brand  Reputation Management 2.0

La reputazione di marca è l’insieme delle opinioni positive o negative espresse da un gruppo di persone in merito ad una marca o il prodotto di un’azienda. In un contesto di rete la brand reputation può essere influenzata anche pesantemente dalle azioni degli utenti.

Monitorare: sapere cosa dicono di te è il primo passo da compiere. Monitorare le discussione online è senz’altro utile per conoscere le opinioni degli utenti attivi, spesso dei veri e propri opinion leader, in modo da ricevere utili indicazioni per indirizzare la comunicazione sui prodotti/brand verso determinati aspetti piuttosto che altri.

Condividere: la reputazione di un’azienda o di un brand può essere costruita mettendo a disposizione dei propri consumatori dei contenuti di qualità, raccontando non solo il cosa si fa, ma come e perché. Il condividere diventa così un “dividere con” gli altri quello che si è e ciò in cui si crede.

Partecipare: se i mercati sono luoghi di incontro e di conversazione, allora il passo finale è quello di partecipare attivamente alla conversazione, cominciando dalla gestione di un corporate blog all’utilizzo di piattaforme come Facebook e Twitter…

L’obiettivo finale del BRM 2.0 è quello di trarre dal monitoraggio un serie di indicazioni concrete ed operative sulle possibili attività da compiere per attenuare eventuali percezioni negative e per enfatizzare quelle positive.